Dal 18 maggio al 19 giugno a Lecce, tra l’Ex Conservatorio Sant’Anna e il quartiere San Pio, la seconda edizione di PugliArtist propone un ricco programma di incontri, mostre, laboratori per bambini e bambine, la realizzazione di un ritratto murale dedicato a Edoardo De Candia per indagare le periferie, spesso trascurate e abbandonate, ma che rappresentano una fucina di creatività e socialità in continuo fermento. Tra gli ospiti del progetto – promosso dall’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo di Lecce, a cura dell’artista Emilia Ruggiero con la consulenza di Lorenzo Madaro, realizzato in collaborazione con numerosi partner e cofinanziato dal programma straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo della Regione Puglia – gli artisti Millo, Chekos’Art, Andy Trema, Sunseaska, Chiara Spinelli, Jonatan Politi, Francesco Giannico.

Millo, Chekos’Art, Andy Trema, Sunseaska, Chiara Spinelli, Jonatan Politi, Francesco Giannico sono gli artisti protagonisti di “Ai confini della città – Riflessioni fra uomo e spazio intorno”, seconda edizione di PugliArtist. Il progetto – promosso dall’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo di Lecce, a cura dell’artista Emilia Ruggiero con la consulenza di Lorenzo Madaro, realizzato con il patrocinio del Comune di Lecce, in collaborazione con numerosi partner e cofinanziato dal programma straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo della Regione Puglia – pone l’attenzione sul rapporto fra l’uomo e lo spazio che lo circonda. Dal 18 maggio al 19 giugno nel capoluogo salentino, tra l’Ex Conservatorio Sant’Anna e il quartiere San Pio, PugliArtist proporrà un ricco programma di incontri, mostre, laboratori per bambini e bambine e la realizzazione di un ritratto murale dedicato a Edoardo De Candia, per indagare le periferie, spesso trascurate e abbandonate, ma che rappresentano una fucina di creatività e socialità in continuo fermento.

Il tema permette anche riflessioni sugli aspetti più intimi legati all’artista e alla sua condizione, spesso, di fragilità rispetto ai contesti che lo circondano. In tal senso, l’arte diventa un vero e proprio strumento di riqualificazione urbana e umana. Gli artisti coinvolti sono tutti pugliesi, alcuni operanti sul territorio locale, altri di fama nazionale e internazionale. La forza di questo progetto risiede nelle azioni di sensibilizzazione e avvicinamento all’arte di giovani e giovanissimi attraverso workshop e laboratori didattici ed esperienziali. I bambini imparano con l’esperienza diretta, in maniera semplice e intuitiva. I bambini di oggi, così sensibilizzati, potranno diventare potenziali fruitori, o artisti, di domani.

Post correlati