L’appuntamento finale della quindicesima edizione del Bitonto Opera Festival è ormai alle porte. La rassegna di musica lirica della città dell’olio, a cura de “La Macina – Associazione Socioculturale”, si concluderà sabato 1° settembre con “Il Trovatore”, opera in quattro parti di Giuseppe Verdi. Dalle ore 21, sul palco nell’Anfiteatro naturale della Masseria Didattica “Lama Balice” (via Burrone, 14 – Bitonto) andrà in scena la storia di guerra, amore e vendetta di Manrico, il Trovatore, appunto.

Nei panni del protagonista, si calerà il giovane Davide Yonghyun Ryu. Grande emozione per lui, al suo debutto nel ruolo.

I biglietti per l’opera (costo: 15 euro) sono acquistabili presso la “Libreria Raffaello”, in via Arco Galliani 3 (Bitonto), o contattando i numeri 3391175513, 3288930349, 3349907558 o 3668246998. Con le stesse modalità sarà possibile riservare un posto anche per il momento conviviale che precederà lo spettacolo: la cena “Verdi in festa” (costo: 20 euro). Se si acquista il tagliando sia per la cena che per l’opera, previsto un pacchetto scontato, al costo di 30 euro.

Il Bitonto Opera Festival, patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Bitonto e dal Parco delle Arti, è organizzato da “La Macina – Associazione socioculturale” e dalla “Raffaello Comunicazione”, in collaborazione con l’Associazione socioculturale “Coro lirico giovanile – Città di Bitonto”, Masseria “Lama Balice”, Fondazione Villa Giovanni XXIII – Onlus, De Pinto Group, la testata giornalistica “da Bitonto”, Gruppo Intini e Associazione Michele De Pinto “Legalità e salute”. Partner AIL Bari e FIDAS Bitonto.

Post correlati