Da mercoledì 1 a domenica 12 agosto (con un’anteprima il 29 luglio) torna a Melpignano, in provincia di Lecce, il So What Festival. Per la sua quinta edizione, la manifestazione ideata e organizzata dall’Associazione culturale Altatensione, cambia formula, amplia la sua offerta e si allunga proponendo dieci serate di musica, cinema, arte, letteratura e impegno sociale.

Dopo l’anteprima del 29 luglio con Go Dugong al Kum Beach di Roca, il festival si aprirà con cinque serate (dal 1 al 5 agosto) dedicate a Mondovisioni, la rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione, curata da CineAgenzia per Internazionale. Dopo la proiezione ogni sera il Parco della Pace del comune grico, dove saranno allestiste anche installazioni e mostre, accoglierà il live di cinque esperienze musicali salentine (Boundless Ska Project, Le Scimmie sulla luna, Cristiana Verardo, Float a Flow e No Finger Nails).

La musica sarà ancora protagonista con una serata decisamente rock con The Zen Circus e i Botanici (8 agosto) e una due giorni dedicata all’elettronica e ai suoi derivati con Ninos du Brasil, Yamamoto Kotzuga e Inude (12 agosto), GodblessComputers, Jolly Mare e Joyfull Family (12 agosto). I collettivi Lercio (con un’esilarante spettacolo su web e satira) e Wu Ming Contingent (con “La terapia del fulmine”, reading concerto su elettroshock e follia a 40 anni dalla Legge Basaglia) saranno protagonisti della serata del 9 agosto.

So What Festival è indipendente, crocevia di culture ed emozioni. Nel corso delle prime quattro edizioni ha accolto, tra gli altri, Baustelle, Alessandro Mannarino, Lo Stato Sociale, Post Csi, Uochi Toki, The Skatalites, 99 Posse, Panda Dub, Assalti Frontali, La Scapigliatura, Iseo & DodoSound, Dj Gruff, Almamegretta.

So What Festival, un festival a zero barriere architettoniche che prosegue il suo impegno contro la costruzione del gasdotto Tap, è organizzato dall’Associazione culturale Altatensione con il patrocinio del Comune di Melpignano, con il sostegno di Easyjoint e di altri partner locali e nazionali. Media partner Rumore, Zero e Lecceprima.

A breve il programma dettagliato. 

Post correlati